(Foto: politica.excite.it)

(Foto: politica.excite.it)

FORCONI UNITI PER LA PACE NEL MONDO

11 dicembre 2013

ITALIA – I Forconi di tutta Italia sono in sciopero dalle 22:00 dell’8 dicembre e continueranno ad oltranza fin quando non si deciderà di sbloccare i fondi per gli aiuti umanitari stanziati dall’UE a favore dei bambini africani. «Non abbiamo intenzione di costringere nessuno a manifestare né di mettere in atto azioni violente, l’unica cosa che chiediamo è di unirvi alla nostra protesta o spaccheremo il culo a voi e alle vostre famiglie!»: sono queste le serafiche parole del leader dei forconi Mariano Acciaio.

La protesta si è snodata per tutta l’Italia, e il mondo intero fa oramai il tifo per i forconi, un movimento che ha dimostrato di battersi per delle giuste cause come la pace nel mondo, l’aiuto ai bambini sfortunati e l’impoverimento ulteriore dei commercianti della Penisola. Sono tutti concetti giusti e su cui nessuno avrebbe nulla da ridire. Mariano Acciaio, ai microfoni di Skyglass, ribadisce: «Non smetteremo di protestare fin quando non avremo tirato sufficiente acqua al nostro mulino e diviso un chilo di pane per un miliardo di africani».

Gli italiani vittime di questo sciopero commentano positivamente l’importante messaggio del movimento: «Hanno ragione, dovrebbero fare tutti così, ci sentiremo tutti meglio quando un gruppo di persone avrà fatto i suoi interessi. Anzi, quasi quasi io li voto alle prossime elezioni!».

(Catania, 1982). Studia tantissimo per poter lavorare nei call center prima, come trascrittore poi. Per arrotondare fa l'orso nelle fattorie della bile cinesi.

Commenta