(Foto: _bianconero/flickr)

(Foto: _bianconero/flickr)

Firenze, padre-orco: costringeva figlia a tifare per la Juve

5 giugno 2013

Firenze – Ha solo dodici anni la povera K.Z. e da quando è nata è stata costretta dal padre a subire ogni tipo di sopruso, come guardare la partita alla domenica. Fin da bambina è stata obbligata a indossare ogni sorta di gadget: dalla maglietta di Del Piero a quella “30 sul campo”, per non parlare di sciarpe e cappellini. Derisa da tutti gli amici e sempre più isolata, negli ultimi due anni la situazione diventava intollerabile quando, a fine stagione, la piccola veniva costretta a festeggiare lo scudetto andando in giro per tutta Firenze con la Y10 del padre, a suonare il clacson e ricevere insulti e sassate. La bimba ha trovato il coraggio di denunciare tutto ai carabinieri, portando anche evidenze fotografiche: il genitore, dopo averla portata a Torino, l’avrebbe costretta a fare una foto in mezzo a Conte e Marotta. Un’esperienza che secondo gli psicologi l’ha devastata nel profondo.

Chiorbaciov

Commenta