1377139_10202424393070949_541926921_n

Fanno tre palleggi di fila ed entrano nella nazionale di San Marino

17 novembre 2013

SAN MARINO – Quella che state per leggere potrà sembrarvi la solita rilettura della fiaba di Cenerentola, invece è quanto è accaduto a due ragazzi italiani. Doveva essere una semplice gita turistica di due amici, tra shopping, cazzeggio e collezione olimpica di due di picche, si è risolta nel più sorprendente dei modi.
Marco e Matteo, questi i nomi dei due, erano giunti a San Marino, approfittando del maltempo e, quindi, dell’impossibilità di recarsi in spiaggia per spacciarsi come impresari o agenti per rimorchiare giovani modelle russe o tedesche.

Scopo della gita dei due amici, stando al loro racconto, non era tanto godersi le bellezze artistiche o culturali dello stato straniero, quanto quello di riuscire a procurarsi una maglia ufficiale della nazionale di calcio, un po’ per collezionismo e un po’ per brama di derisione. I due sono riusciti incredibilmente nello scopo, riuscendo ad acquistare le magliette sottobanco da un rivenditore di armi da Soft-Air, i cui figli erano stati esclusi dalla nazionale per scarso rendimento.

Colmi di gioia e con entusiasmo adolescenziale, i ragazzi hanno immediatamente indossato le magliette, si sono procurati un pallone e sono andati a fare qualche passaggio in un campetto di quartiere adiacente al negozio.
La giornata sembrava filare liscia quando, improvvisamente, tra un passaggio e l’altro i due scambiano qualche palleggio, arrivando addirittura a tre consecutivi e, dall’esterno del campo, si è sentito un urlo isterico di gioia e stupore che ha spaventato i due ragazzi.
L’autore dell’urlo si presenta ai due amici come l’osservatore della Nazionale di San Marino, Callisto Fallitore, e li invita a seguirlo nella sede della Nazionale, sostenendo di non aver mai visto talenti del genere e che non vuole correre il rischio di farseli scappare.

Espletate le pratiche di burocrazia e noie legali per la doppia cittadinanza, i due sono stati presentati al resto della squadra, mostrando subito i due palleggi consecutivi e Andy Selva, capitano della compagine ha subito ceduto maglia e fascia di capitano a Matteo, mentre Alex Gasperoni ha ceduto sua moglie a Marco. Il Ct ha poi rivelato: “Abbiamo preferito presentare i nuovi ragazzi solo dopo la fine delle qualificazioni mondiali, non volevamo illudere i nostri tifosi. Ma da domani, inizierà un nuovo corso!”
I due nuovi acquisti sono stati accolti con un banchetto regale e la squadra non vede l’ora di vederli in campo per poter finalmente festeggiare il primo punto della sua storia.

Dal 2008 conduce una brillante carriera nel precariato. Prima è stato studente, vagabondo e frontman di una one man band, da cui si è separato per dissidi interni.

Commenta