padre-pio

Evocato con una seduta spiritica, Padre Pio lancia un messaggio alla Chiesa: “Seppellitemi, cazzo!”

15 novembre 2016

San Giovanni Rotondo [ST-GM-TE] – Ha davvero dell’incredibile quanto avvenuto pochi giorni fa a casa della famiglia Contropaccotto. “Eravamo riuniti con un nucleo familiare di Taranto, quartiere Tamburi, per la solita seduta spiritica farlocca.” – a raccontarci l’accaduto, ancora sconvolto, è stato il capofamiglia, il Sig. Alcibiade II – “Loro volevano contattare il Santo per chiedergli di far venire qualche accidenti alla famiglia Riva e noi avevamo già preparato tutto al meglio: leve per far muovere il tavolo, ventilatori, luci e una cassetta C90 per i rumori di sottofondo spettrali ricavata dalla registrazione dell’ultima serie di The Voice of Italy. Siamo professionisti e, come tanti altri qui, viviamo di questo, quindi sappiamo come muoverci. Diciamo che per realizzare questo tipo di lavoro ci siamo allenati guardando tutte le puntate del caso stamina seguito da Giulio Golia alle Iene“.

È la moglie Pietra Elcina a proseguire il racconto: “Facciamo di tutto per regalare con professionalità speranze fasulle alla modica cifra di 700 euro. Certo, non siamo Mediaset ma anche noi ci difendiamo. Comunque, tutto filava liscio quando all’improvviso i marchingegni hanno iniziato a funzionare da soli e una voce ha fatto irruzione nella stanza. Incredibile ma era lui, San Pio! Immaginate la grande sorpresa per noi che da decenni truffiamo in suo nome senza mai averlo manco sentito!!! Mai mi sarei aspettata che una cosa simile potesse davvero accadere. Fra l’altro abbiamo avuto paura che ci volesse fare causa per aver truffato in suo nome senza pagare le royalty; in realtà era apparso per chiedere lui aiuto a noi! Ha detto che a causa della mancata sepoltura la sua anima non poteva essere liberata, non che questo fosse il problema. Lui infatti stava bene li dove si trova, solo ci ha spiegato che da quando è arrivato nel limbo dei truffatori anche Padre Amorth, la vita eterea è diventata insostenibile. Troppe stronzate anche per lui, ci ha detto. Fra l’altro ne abbiamo avuto conferma perché purtroppo, proprio mentre ci stava spiegando come e chi contattare in Vaticano, è arrivato proprio lo spirito di Padre Amorh che ha iniziato a vaneggiare mettendo in relazione fra loro terremoti, gender, selfie di Salvini, la guerra in Siria e il finale di Dragon Ball Z in cui un combattente rosa muore e rinasce negro. È stato a quel punto che prima di perdere il segnale San Pio ci ha lanciato il suo accorato appello – Prima che questo qua mi faccia impazzire, contattate il Vaticano e ditegli di seppellirmi, cazzo!!! –

Questi gli incontorvertibili fatti così come ci sono stati raccontati da dei notori ciarlatani. Alla fine dell’intervista i signori Contropaccotto, per sottolineare la loro indefessa professionalità, ci hanno tenuto a precisare che alla famiglia di Taranto è stata rilasciata una fattura fasulla perché tanto visto che abitano al quartiere Tamburi entro un paio d’anni nessuno sarebbe venuto a lamentarsi.
Ora la palla passa al Vaticano, che difficilmente accoglierà la richiesta di Francesco Forgione di seppellirne le spoglie e, anzi, è già impegnato a definire le ultime date della nuova edizione del Padre Pio Tour, che dopo i sold-out di quest’anno sicuramente farà il pienone pure la prossima estate.

Fabio Corigliano

Corigliano Fabio è un calabroemiliano nato nel 1974. Vive a Berlino, dove ha realizzato il suo sogno tedesco: lavorare come acchiappaclienti travestito da involtino primavera per un ristorante cinese ad Alexanderplatz.

Commenta