love-699480_640

Ecco la nuova Bibbia gender: Adamo è gay, Eva lesbica, Caino adottato e Abele nato in provetta

5 ottobre 2015

SODO (MA) – È boom di polemiche per l’ennesimo scandalo gender inventato dalla mente bacata di alcuni bigotti ignoranti. A scatenare una bufera politica, sociale, religiosa e già che ci siamo calcistica, è stata l’ennesima minaccia all’integrità morale di bambini, famiglie, anziani e militari in licenza denunciata da Alcibiade Senzarotella, seguitissimo e misterioso blogger che si nasconde dietro al pc di un reparto di neuropsichiatria.

Sta arrivando nelle scuole dei nostri bambini una nuova versione della Bibbia scritta dalla lobby gender per traviarli e convincerli che l’omossessualità non è un abominio divino, e che è giusto che i maschietti possano toccare i testicoli di altri maschietti, al posto di quelli dei preti”, ha denunciato dal suo blog ‘Le mie chiacchierate con Dio’. “Nella Bibbia gender – prosegue Alcibiade – c’è scritto: Allora il Signore Dio plasmò l’homo con polvere del suolo e soffiò nelle sue narici un alito di vita color arcobaleno e l’homo divenne un essere vivente gay, poi quando parla di Eva dice: Allora il Signore Dio fece scendere un torpore sull’homo, che si addormentò su un giaciglio rosa; gli tolse due costole e rinchiuse la carne al suo posto. Il Signore Dio plasmò con una delle due costole, che aveva tolte all’homo, una donna, poi le regalò l’altra, più grossa, perché potesse sollazzarsi anche senza il membro dell’homo. E l’homo si svegliò senza due costole, e scoprì che poteva fare sesso orale da solo. Ma il serpente,  la più astuta di tutte le bestie selvatiche create dal Signore Dio, si tramutò in un’altra costola e si infilò dentro l’homo, impedendogli per sempre la masturbazione orale,  fino all’avvento del vate D’Annunzio”.

Secondo il Senzarotella ci sono passi ancora più gravi e blasfemi presenti nella Bibbia gender, come il fatto che Caino sia stato adottato e Abele ottenuto tramite inseminazione eterologa: “Passi per la prima cosa, – sostiene – Caino era malvagio, quindi sicuramente non figlio di uomini ma di immigrati clandestini, ma che Abele sia nato in provetta proprio no! Come sarebbe possibile? Chi sarebbe il donatore, Dio? Secondo voi Dio si abbasserebbe ad avere un figlio con una donna umana, per giunta già sposata? Blasfemia!”

Intanto infuria la polemica politica, Giorgia Meloni da Photoshop ha dichiarato che: “Non c’è nessuna prova dell’esistenza di una lobby, di un complotto o di una teoria didattica gender, ma mi batterò strenuamente per ottenere il voto di quattro mentecatti”, Paola Binetti, in segno di protesta, ha stretto ancora più forte il suo cilicio, Giuliano Ferrara ha paragonato i gay ai nazisti che affamavano gli ebrei e ha iniziato uno scioperò della sazietà portando a 6 il numero di tacchini mangiati a pasto, mentre Carlo Giovanardi ha dichiarato lapidario: “Diventano zombie! È la droga che li riduce così!”.

Gianni Zoccheddu

Gianni Zoccheddu nasce in Sardegna nella calda estate del '76, unico sopravissuto di 4.576.458 fratelli, tutti morti durante la fecondazione. Fino ai 18 anni è convinto di essere Gesù poi, fallito il tentativo di moltiplicare pani e pesci facendoli accoppiare tra loro, smette di credere in se stesso e diventa ateo. Dopo alcuni anni passati a lavorare come commesso presso un distributore automatico si iscrive in Lingue, ma non si laurea per colpa dei comunisti, le scie chimiche e i rettiliani. Attualmente vive a Scrotopoli, dove si prende cura di una dozzina di troll nani, cercando faticosamente di guarirli dalla schizofrenia. Nel tempo libero ama fare bolle di sapone col culo e conosce personalmente un quasar. Segni particolari: un vistoso rinoceronte tatuato sulla chiappa destra di un altro tizio. Motto preferito: meglio soli che pianeti.

Commenta