Attenzione!

Il nostro server è entrato in casa d'altri di notte ed è stato ucciso

Se non volete restare a corto di lercio comprate il libro

angelina_jolie_cannes_2013

Divorzio Jolie-Pitt. Ad Angelina la metà dei Fight Club di Los Angeles

18 ottobre 2016

LOS ANGELES – Iniziano a trapelare le prime indiscrezioni sugli accordi legati al divorzio della ex-coppia più glamour di Hollywood. Angelina Jolie e Brad Pitt si sarebbero infatti recentemente incontrati pervenendo a un importante accordo.
Ma procediamo con ordine. Secondo il sito di gossip americano Tmz, Angelina Jolie avrebbe deciso di divorziare da Brad Pitt perché l’attore avrebbe abusato verbalmente e fisicamente dei loro bambini. Al centro dello scandalo ci sarebbe un episodio avvenuto durante un volo su un jet privato, quando l’attore sarebbe diventato “violento fisicamente” nei confronti del figlio Maddox, di 15 anni. Un’accusa dalla quale Brad Pitt si è subito difeso: “Non gli ho messo le mani addosso con violenza e poi non avrei mai potuto fargli del male, perché tra me e lui c’è un patto: se Maddox si accascia, è spompato, grida basta, fine del combattimento”.

Parole che hanno indotto l’Fbi ad aprire subito un’indagine sul suo comportamento, anche se, essendo l’episodio avvenuto in volo, se ne stanno occupando anche le autorità aeroportuali e due hostess, Thelma & Louise, si sono offerte di fungere da braccialetti elettronici satellitari umani e di avvolgersi attorno all’attore – non vi diciamo attorno a quale parte del corpo.

Secondo alcuni testimoni, Pitt, durante quel fatidico volo su jet privato Nizza-Los Angeles del 14 settembre, aveva dato segni di nervosismo sin dall’inizio, quando aveva chiesto insistentemente al pilota se fosse John Travolta e non voleva fargli pilotare l’aereo “Se prima non mi fai la scena del ballo di Pulp Fiction”. Inoltre, pare che, durante il volo, si sia addormentato e, svegliato di soprassalto dai suoi figli di colore, non li abbia riconosciuti subito e abbia tentato di buttarli fuori dall’oblò urlando: “Piccoli bastardi neri come avete fatto a entrare qui dentro”. Solo l’intervento di una hostess, che gli ha spiegato che quei due erano due dei suoi sette figli mentre gli praticava del sesso orale, ha potuto placare l’attore.

Intanto, Angelina Jolie giaceva immobile in un angolo, incapace di muovere un muscolo per la paura (un episodio che, in base alle confidenze della sua migliore amica, avrebbe fatto successivamente pensare alla Jolie di asportarsi tutti i muscoli, per precauzione).
Ora, Angelina si dice più infuriata che mai con Pitt e decisa ad andare fino in fondo, determinata “Come quando corrompo l’Academy per farmi dare un Oscar”. Avrebbe infatti contattato il miglior avvocato divorzista di Los Angeles, cercando sulle pagine gialle di L.A. alla voce “Miliardari”, pronta a sferrare un colpo mortale: “Voglio togliergli i Fight Club, e il sapone glielo ficco su per il culo”, avrebbe detto la Jolie al suo legale in erezione.

E sembra che la Jolie l’abbia spuntata facilmente: Pitt, pur di smettere di parlare del Fight Club, una palese violazione alla prima regola del Fight Club, avrebbe infatti subito sottoscritto una spartizione a metà dei Fight Club di Los Angeles (naturalmente dopo essersi consultato con un Edward Norton immaginario).

Il risultato è stato così soddisfacente che la Jolie ha chiesto all’avvocato se poteva adottarlo. Incassato il colpo, però, Pitt non si è dato per sconfitto, anzi. Inizialmente, Brad non ha preso bene la separazione da Angelina, ed è stato arrestato mentre tentava di sodomizzare la statua di cera della Jolie al Museo M.me Tussaud di Londra: “L’ho scambiata per mia moglie, tanto ormai dopo essersi tolta tutto lei e la statua di cera sono praticamente identiche” avrebbe dichiarato Pitt in manette.

Sul versante familiare, però, è tutt’altro che in crisi: “Ho incassato cazzotti per tutta la vita, per prepararmi al divorzio. Lotterò strenuamente per l’affidamento dei miei figli, li adoro, sono un po’ come la mia famiglia – ha dichiarato – non potrei fare mai a meno di quei marmocchi: prima di tutto c’è… Occhi a Mandorla Jones, poi Cambogia Harley, Culo di fango, Herpes Zoster, e… e… quasi mi scordavo dei gemelli, Bibì e Bibò. Li amo troppo”.

 

Stefano Pisani

Stefano Pisani è esperto in Astronomia leggera, Pesca di spalle, Storia della storia, Waffle, Biografie insensate.

Commenta