Donna_Brachetti_1

Crede di fare un’orgia ma era solo a letto con Arturo Brachetti

20 gennaio 2017

SALERNO – “È stata l’esperienza più strana della mia vita!”. Non nasconde il suo entusiasmo Mattea Pappalarda, casalinga quarantenne di Scenderno, quartiere sud di Salerno, da sempre desiderosa di provare nuove esperienze extraconiugali. “Avevo voglia di provare una gang bang”, ricorda la procace signora Pappalarda, raccontando di quando la sua curiosità è stata catturata dall’invito di un misterioso Arturo57  che le prospettava un gioco erotico molto intrigante e misterioso che alludeva a una mega orgia. “Mi aveva detto: saremo io e altri 30 miei amici, ci stai?”, e lei dopo vari tentennamenti alla fine aveva accettato e si è recata presso la casa dell’uomo.

Ma ecco la ricostruzione dei fatti. All’inizio tutto sembrava molto tranquillo, ma all’improvviso la donna ha visto sbucare dal nulla un uomo vestito da cowboy (una delle sue fantasie sin da adolescente) e, subito eccitata, la vivace casalinga letto con lui; dopo 5 secondi, ecco un altro uomo dai tratti asiatici (con tanto di kimono) e dopo altri 10 secondi un astronauta con tuta e casco. Per i successivi minuti si sono alternati, rispettivamente, un poliziotto, una farfalla, un calamaro e una penna stilografica parlante. A quel punto la Pappalarda ha avuto un ripensamento: forse condizionata dal suo senso morale, ha pensato si stesse degenerando e ha deciso di interrompere l’orgia: “Mi sono resa conto che nel giro di 10 minuti non ero stata con 30 uomini, bensì sempre con lo stesso, lo Arturo”.  Il misterioso Arturo57 era in effetti il noto trasformista Arturo Brachetti, che era stato capace di essere 30 uomini in 10 minuti.

Brachetti è solito compiere i suoi virtuosismi proteiformi anche fuori dal palco. Infatti, era già stato protagonista di gesta simili in passato:
“Una volta Rocco Siffredi a corto di budget mi chiese se potevo interpretare tutti i personaggi maschili di un suo film senza che nessuno se ne accorgesse”, ha dichiarato Brachetti in  un’intervista a IlSolo24Uomini, “sono riuscito a cambiare aspetto al mio cazzo ogni minuto e nessuno se n’è mai accorto”

Per fortuna la signora Pappalarda possiede uno spiccato senso dell’umorismo e il gioco erotico è finito bene: “Donne, Arturo è l’amante ideale, si riveste sempre in un secondo”.
Giuseppe Coppola

Giuseppe Coppola (nome d'arte, vero nome Pinuz Droid) nasce a Santarcangelo di Romagna il 26 Gennaio 1961 da madreperla e padre pirla. Sin da piccolo sfoggia le sue abilità satiriche pisciando fuori dal vaso di Pandora. Attualmente si guadagna da vivere come imitatore di sè stesso. Scrive per Lercio perchè la mamma ha detto che può.

Commenta