2016chuck

Chuck Norris uccide il 2016

1 gennaio 2017

ROMA – Il cadavere del 2016 è stato rinvenuto stamattina nel bagagliaio di una Renault 4 rossa. Le forze dell’ordine hanno fatto il macabro ritrovamento dopo aver ricevuto una telefonata anonima da parte di una ragazza che cercava di convincerli a passare a Eni Gas e Luce.

“Il 2016 aveva molti nemici: ha ucciso rockstar, scrittori, attori, premi Nobel, politici… praticamente il mandante dell’omicidio poteva essere chiunque” ha spiegato il capitano di polizia G.B. “Anche se recentemente si era guadagnato un nuovo pericolosissimo nemico: la lobby mondiale dei fan di Star Wars”.

La scena che gli investigatori si sono trovati davanti, rinvenendo il cadavere dell’anno, era raccapricciante. Il mese di gennaio era completamente cianotico – segno che la morte sarebbe avvenuta per soffocamento – e la Quaresima era stata completamente asportata, dopo la morte, probabilmente dallo stesso annocida.

Ma gli investigatori hanno trovato sul posto alcune tracce, tra cui peli di barba rossicci che cadendo a terra avevano scavato minuscole fossette profonde una decina di centimetri.

Quest’ultimo dettaglio, in particolare, ha aperto la pista dell’attore e noto calciatore volante Chuck Norris.

“Il 2016 ha fatto fuori gente come Muhammad Ali, Fidel Castro, Bud Spencer, Tina Anselmi! Solo Chuck Norris avrebbe potuto batterlo” continua il capitano.

Secondo Mio Cuggino, informatore dei servizi segreti e già vincitore del premio per il miglior depistaggio dell’anno, dietro il delitto si nasconderebbero alcuni agenti della CIA che avrebbero dato indicazioni a Chuck Norris su come avvicinare l’anno senza destare sospetti.

Pare che il 2016 fosse infatti un ex agente della CIA e uno dei suoi migliori sicari, che però era diventato una mina vagante e doveva essere eliminato.

Secondo gli investigatori, Chuck Norris avrebbe accettato la richiesta della CIA, per vendicare la morte di Bud Spencer avvenuta prima che l’artista marziale ed ex Texas Ranger potesse dimostrare la sua superiorità sul campo rispetto al picchiatore italiano.

L’agenzia di intelligence ha quindi messo a conoscenza Norris del principale punto debole del 2016: la sua incontenibile vanità, aspetto sul quale l’attore avrebbe costruito il suo ingegnoso piano.

Il 2016 è stato adescato con un falso annuncio a cui l’anno, ingenuamente, ha risposto, cadendo in trappola.

L’annuncio fraudolento conteneva un coupon per un ingresso in un finto centro estetico che prometteva di rimuovere definitivamente e senza lasciare cicatrici quel giorno in più di febbraio che rovina l’aspetto altrimenti magnifico degli anni bisestili.

Il 2016, che non ha mai accettato questa sua imperfezione, ha colto al volo quella che gli sembrava un’occasione che a individui del suo calibro capita al massimo una volta ogni 366 giorni.

“Norris si è ritrovato solo con lui: dopo avergli strappato con un morso il 29 febbraio, lo ha prima preso a calci nell’ultima decade di novembre – racconta il capitano – poi gli ha messo le mani sul punto di congiunzione tra gennaio e febbraio e ha stretto finché la sua presa mortale non ha lasciato il 2016 senza sensi. Dopo poco, il suo giugno ha smesso di battere. Lo abbiamo trovato immerso in un lago di giorni rossi”.

Francesco Conte e Stefano Pisani

Lo sporco che fa notizia

Commenta