rsz_chinese_dragon_2012

RACCOGLIE LE SFERE DI DRAGONBALL PER USCIRE DALLA CRISI E INVECE RIPORTA IN VITA CRILIN

18 aprile 2013

drago

BUSTO ARSIZIO – Poteva rappresentare una svolta per il nostro paese l’impegno di Cecilio F., impiegato trentenne della provincia lombarda che ha sfruttato tre settimane di ferie arretrate per trovare tutte e sette le sfere del drago. Il giovane, dopo aver chiesto al magico animale di poter riottenere la sua chioma riccioluta persa a causa di una precoce calvizie e dopo essersi assicurato una notte intera con Sasha Grey, ha – come terzo e ultimo desiderio – invocato una rapida risoluzione della crisi italiana. Ma il drago, confuso da una richiesta tanto insolita, ha completamente alterato il desiderio di Cecilio riportando in vita per la 131esima volta l’eroe del cartone animato giapponese”.

“Oltre al danno la beffa – ha commentato con amarezza il giovane – ora sono obbligato a prendermi cura di Crilin che mi svolazza per casa tutto il giorno chiedendomi continuamente riso con gamberetti e allenandosi a fare l’onda energetica in giardino, dove ha praticamente distrutto tutte le piante e fatto cascare le recinzioni”.

Grandi polemiche attorno al drago che ha evitato interviste e telefonate, ma ha replicato alle accuse tramite una tanto breve quanto dura nota su facebook: ”Voi italiani prima fate i casini e poi volete che gli altri ve li risolvano. Ora vi beccate quel pelato di Crilin, che sarà pure inutile quanto un monito di Napolitano ma almeno può raccontarvi cosa c’è dopo la morte, così vi preparate che ‘ve manca poco”.

Marco Ciotola (foto: GoShow/wikimedia)

Lo sporco che fa notizia

Commenta