rsz_1cassazione-400x265

Cassazione: “Lo spoiler è reato!”

2 febbraio 2013

ROMA – Stanchi degli amici simpaticoni che vi dicono come va a finire il film subito dopo che avete comprato il biglietto del cinema? Irritati dai troll che girano su internet anticipando il finale di stagione della vostra serie preferita? Incazzati neri per i buontemponi che nei tweet del veglione di Capodanno su Rai Uno vi svelano che alla fine Han Solo…. Bene, da oggi potrete denunciarli.
Secondo la Cassazione, infatti, lo spoiler sarebbe un vero e proprio reato: “Anticipare il finale di uno spettacolo o di qualsiasi altra cosa possa essere considerata un piacevole passatempo e che abbia una trama, è in tutto e per tutto reato. A livello psicologico – spiega la Cassazione – si creano danni importanti che, nei casi più gravi, possono diventare permanenti“.

A rendere possibile la sentenza è stato Carmelo Posticcia, pensionato 72enne che ha denunciato la moglie, rea di avergli svelato il finale della partita fra Catania e Palermo che l’uomo aveva registrato su Sky. “Avevo portato quella rompicoglioni di mia moglie a fare la spesa. Ho fatto di tutto per non sapere il risultato della partita. Tornato a casa mi sono messo al televisore e quella subito mi dice che era finita 3 a 0 perché l’aveva sentito da uno con la radiolina. Avrei potuto ucciderla come fanno tutti, certo. Ma volevo che mi fosse riconosciuto il danno morale“.
E il signor Carmelo è stato accontentato: sua moglie è stata condannata per direttissima a tre anni di domiciliari, salvo permessi per andare a fare la spesa.

Chiorbaciov

3 Comments

  1. Buona sera,
    mi saprebbe dire anche il numero e l’anno della sentenza, mi interesserebbe leggerla.
    Grazie

  2. Certo sig.ra Simona, la sentenza è la n° 6,04*10^-23 nell’anno del Dragone.

    Ma che tristezza ‘sta gente che non capisce che questo è un sito di notizie fake per far ridere…

Commenta