rsz_walter_de_maria_vertikaler_erdkilometer

BIMBO TROVA LAMPADA DI ALADINO MA NON SA CONTARE FINO A TRE

10 febbraio 2013

OSTIA – Straordinario ritrovamento in un campeggio di Ostia, dove un bambino di appena due anni e mezzo ha rinvenuto per caso la leggendaria lampada di Aladino. Incalzato dal genio della lampada ansioso di esaudire i suoi desideri, il bimbo ha pronunciato le prime parole che gli sono venute in mente: “cacca” e “Spiderman”.

La situazione ora è molto delicata perché l’intera area è ricoperta da innumerevoli dune di escrementi (una stima attesta una quantità tra i 150 e i 200 milioni di tonnellate) mentre i genitori non accettano che un genio possa concedere desideri a un minore senza la loro approvazione e hanno “tutta l’intenzione di ricorrere ad un avvocato”, hanno dichiarato.

La protezione civile fa notare che sarebbe sufficiente un altro desiderio per rimettere tutto a posto, ma non è così semplice: il genio ha dichiarato che non esaudirà altri desideri finché il suo attuale padrone non avrà espresso il terzo e ultimo desiderio, ma il bambino si rifiuta di parlare, incantato dal vedere Spiderman in persona che spala per contenere l’emergenza.

Samuele Rembano

Samuele Rembano è lo pseudonimo di Ptah Hotep Kalil, attualmente un filantropo miliardario nato nel 26000 a.C. nel perduto continente di Atlantide, dove ha ottenuto l'immortalità attraverso un complesso rituale e la morte di Ahk-Mept-Dilel, l'ultimo vampiro vivente, che ha sacrificato dopo avergli teso un tranello. In gioventù amò morbosamente andare a caccia di unicorni. È stato Avatar in oriente un paio di volte, Gran Visir per diverse dinastie in Antico Egitto, poi si è ritirato a vita privata. Era anche presente quando scaturì l'incendio alla biblioteca di Alessandria: dell'olio e una torcia, perché fare gli scemi con le torce in una biblioteca, è una cosa da scemi. Non beve sangue, ma ama il pomodoro e la pizza margherita, con un po' di grana, e magari due fogliette di rucola. Attualmente scrive nella redazione di Lercio per assumere il controllo della mente dei lettori.

Commenta