peppe-crillo

Beppe Grillo arbitra amichevole tra grillini: espulsi tutti i 22 giocatori

19 marzo 2015

MILANO – I vertici del Movimento 5 StelleGrillo e Casaleggio – vista l’aria tesa che si respira nel non-partito di cui sono i non-leader, hanno deciso di organizzare una partitella tra i loro parlamentari nel campo da calcio che Gianrobè si è fatto impiantare nel giardinetto della villa che non ha comprato coi soldi dei rivoluzionari.

Ad arbitrare questo incontro distensivo, su indicazione del capellone col cappello, ci ha pensato Beppe Grillo, che con la sua completa imparzialità e infinita pazienza avrebbe dovuto garantire una direzione di gara impeccabile.

Scese in campo le due formazioni, al lancio della monetina per stabilire quale squadra dovesse battere il calcio d’inizio, ci sono state subito due espulsioni, perché i capitani hanno osato proporre un più semplice e veloce pari o dispari.
Superata questa piccola difficoltà iniziale, la partita è iniziata in 10 contro 10, ma di lì a poco tutto è degenerato. Stizziti e infastiditi per le espulsioni precedenti, i giocatori si sono infatti messi a più riprese a protestare contro l’arbitro, che a uno a uno li ha mandati inesorabilmente sotto le docce.

A cinque minuti dal calcio d’inizio in campo non era rimasto più nessuno, solo Grillo e i due allenatori – Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio – che si sono poi lamentati platealmente per la condotta scorretta e non trasparente dei giocatori delle proprie squadre, elogiando il lavoro dell’arbitro che ha applicato alla lettera il regolamento.
I cronisti, Messora e Casalino, hanno commentato entusiasticamente l’operato dell’arbitro, per loro l’unico che possa cambiare lo schifo assurdo delle simulazioni dei calciatori professionisti.
Gli spettatori dagli spalti hanno fatto notare timidamente che questo arbitraggio dal basso forse è un po’ troppo dal basso e andrebbe rivisto. A quel punto Grillo e Casaleggio hanno risposto comminando 35.000 D.A.SPO.

Il non-leader del M5S a fine partita ha dichiarato di essere un po’ stanchino, che arbitrare da solo è troppo faticoso e che si farà sostituire da altri cinque arbitri: questi saranno scelti dalla rete, in una rosa di cinque candidati da lui indicati, anche se qualche maligno ha già fatto notare che i nominati dal comico genovese non hanno il patentino per arbitrare.

Claudio Favara

Tags
,

(Catania, 1982). Studia tantissimo per poter lavorare nei call center prima, come trascrittore poi. Per arrotondare fa l'orso nelle fattorie della bile cinesi.

1 Comments

  1. “I vertici del Movimento 5 Stelle – Grillo e Casaleggio – vista l’aria tesa che si respira nel non-partito di cui sono i non-leader, hanno deciso di organizzare una partitella tra i loro parlamentari nel campo da calcio che Gianrobè si è fatto impiantare nel giardinetto della villa che non ha comprato coi soldi dei rivoluzionari.”

    Ipotesi che dovrebbe essere satirica,ma…
    Il resto dell’articolo rispecchia ciò che sarebbe la vera volontà
    della Premiata Ditta Grilleggio!

    COMPLIMENTI.

Commenta