plane-50893_1280

Bambini rompipalle sugli aerei, dal 2020 obbligatorio imbarcarli in stiva

12 ottobre 2017

Come già annunciato nei mesi precedenti, entro il 2020 le principali compagnie aeree internazionali offriranno la possibilità di imbarcare i propri figli in stiva assieme alle valigie, la novità di questi ultimi giorni è che in alcuni casi l’imbarco in stiva sarà obbligatorio.  L’operazione sarà possibile inizialmente solo per le tratte più lunghe, mentre entro il 2025 anche gli aerei più piccoli, utilizzati per le tratte nazionali o brevi, si attrezzeranno con un’ adeguata stiva-giochi per bimbi.

Il servizio sarà possibile per i bambini inferiori ai 10 anni e non più alti di 1 metro e 35 cm, mentre il limite di peso sarà di 45 Kg, almeno per le tratte più lunghe. Nessun problema, comunque: all’aeroporto sarà possibile “misurare” le piccole pesti con degli appositi macchinari. Tuttavia, se l’aria per i bimbi dovesse scarseggiare oppure la puzza di sudore dovesse diventare feroce, le compagnie si riserverebbero il diritto di piazzare i piccoli in esubero assieme ai genitori. Di contro, se la stiva-gioco dovesse essere semi-vuota, potrebbe essere obbligatorio imbarcare i bimbi direttamente al gate.

Sarà possibile registrare i figli al check-in, anche online, e, dopo averli pesati ed aver apposto sulla loro fronte una speciale etichetta adesiva con il codice bagaglio, verranno adagiati su di un nastro trasportatore ed imbarcati, facendovi godere il viaggio in tutta tranquillità. I bimbi smarriti dovranno essere dichiarati all’aeroporto d’arrivo. Sarà la compagnia stessa a cibarli e a spedirveli nell’hotel dove alloggiate o direttamente presso la vostra residenza o domicilio, il tutto a sue spese.

La stiva-gioco sarà composta da palline colorate, pupazzetti e distributori automatici di merendine. I vostri figli potranno giocare per tutto il viaggio in assoluta anarchia. Una hostess supervisionerà lo stato vitale dei marmocchi mediante una specifica telecamera vicino alla cabina di pilotaggio. Se qualcuno dovesse perire, la compagnia rimborserebbe i genitori con alcuni viaggi extra.

Un’idea geniale, tanto che anche il visionario Elon Musk, che recentemente ha annunciato la prossima costruzione di razzi in grado di compiere voli intercontinentali in soli 30 minuti, sarebbe intenzionato a modificare i progetti dei suoi innovativi mezzi di trasporto per creare delle stive-gioco: “In compagnia di un bambino urlante, anche mezz’ora può sembrarvi un’eternità”.

Andrea Bonechi

Commenta