femen-protest

ATTIVISTA FEMEN MOSTRA LA VAGINA AL PAPA

9 gennaio 2013

Le autorità lo hanno rivelato solo oggi per rispetto di Sua Santità il ponteficie, ma tre giorni fa un’attivista delle Femen si è infiltrata in Vaticano e travestita da guardia svizzera ha raggiunto indisturbata gli appartamenti papali. Prima che le guardie del corpo la immobilizzassero, la ragazza è riuscita a spogliarsi, saltare addosso a Benedetto XVI e piazzargli la vagina a pochi centimetri dal viso per svariati secondi. L’attivista è stata catturata e consegnata alla polizia italiana. Il papa invece, dopo l’episodio ha deciso di ritirarsi in solitudine per un periodo di preghiera e digiuno.

Quando dopo tre giorni è uscito fuori, ha rilasciato un comunicato nel quale definisce l’aggressione subita un attacco vile e oltraggioso, e insieme la cosa più bella che avesse mai visto. L’incidente ha convinto il papa ad attuare un paio di cambiamenti rivoluzionari nella Chiesa. Primo, prendere moglie al più presto. Padre Georg è stato incaricato di iscrivere il Santo Padre sui principali siti web di incontri, nel caso l’attività su twitter non si dovesse rivelare sufficiente a trovare una ragazza adatta. Secondo, abbandonare le guardie svizzere in favore di teste di cuoio russe.

Commenta