recude your body proporzione

Arriva “Reduce your body”: rimpicciolisce il corpo tranne il cazzo per farlo sembrare più grande

5 settembre 2017

Negli Stati Uniti è iniziata a circolare una mail che, invece di promettere tirannosaurici aumenti del pene, proporrebbe cure miracolose per ridurre il proprio corpo, il tutto mantenendo le dimensioni del membro intatte. Così facendo, da nudi, la sproporzione evidente che si verrebbe a creare farebbe di voi dei superdotati.

“Il problema è che funziona – spiega Anders Ekeberg, ora alto 30 cm – e funziona troppo bene. Adesso il mio pene è lungo la metà di me, ma per scopare mia moglie devo arrampicarmi. Come se non bastasse, la mia famiglia ha preso ad usarmi come soprammobile”.

Il farmaco si chiama Randellum Christi e ridurrebbe ossa e muscoli, ma non il tessuto spugnoso del vostro migliore amico. Secondo le prime analisi sarebbe composto da acido citrico, uno spicchio d’aglio senz’anima, due etti di jamon serrano, trielina e un pizzico di metanolo per aggiustare il sapore. Le compresse dovrebbero essere assunte regolarmente, due volte al giorno, dopo colazione e pranzo, rigorosamente a stomaco vuoto. Gli effetti sono visibili già al terzo giorno: i vestiti vi andranno larghi, il letto vi sembrerà gigante, non spingerete più la frizione. Dopo un mese la situazione precipita: il vostro corpo sarà ridotto alla grandezza di una birra in bottiglia da 33 cl.

Le mail continuano ad arrivare inarrestabili e dell’azienda produttrice non c’è nessuna traccia. Dopo pagamento in un conto off shore, le compresse arrivano camuffate da un pacchetto di zigulì. La famigerata mail è arrivata anche in Italia, allarmando immediatamente le forze dell’ordine e i servizi d’informazione, che sconsigliano vivamente di credere all’ennesima fandonia.

E lo sconsiglia soprattutto il sottoscritto, che è stato costretto a digitare ogni singola lettera di questo articolo a mano aperta.

Andrea Bonechi

 

Commenta