Attenzione!

Il nostro server è entrato in casa d'altri di notte ed è stato ucciso

Se non volete restare a corto di lercio comprate il libro

12814306_10208936209391339_5368185015040242150_n-1

Aperte le Paralimpiadi per falsi invalidi: Italia favorita

11 marzo 2016

ROMA – Sulla scia di successo delle paralimpiadi, partono finalmente le nuove olimpiadi riservate ai concorrenti che risultano invalidi, ma solo per l’INPS.

Apertasi con le suggestioni tipiche di una riunione di condominio, la cerimonia inaugurale ha visto ospiti d’onore come Tito Boeri, un mimo specializzato in mutilazioni e una sedia a rotelle in cerca di adozione. Il primo weekend paralimpico potrebbe già accendersi di emozioni in quanto è l’Italia a partire notevolmente favorita in diverse discipline.

Fanno ben sperare le dichiarazioni del campione in occupazione del parcheggio riservato ai disabili: “Occorre sacrificio e impegno. La semplice voglia di rubare soldi allo Stato senza fare nulla è solo la base del nostro allenamento quotidiano, abbiamo speso diversi mesi a scegliere le giuste menomazioni per il nostro team e fingere in maniera impeccabile, il tutto per arrivare preparati a un evento di tale portata”.

Fermo restando l’ampio divario tecnico, l’Italia ha già voluto segnalare delle scorrettezze da parte dei concorrenti svedesi e ungheresi: Patrick Smiragliett avrebbe dichiarato di essere un falso invalido ma sembra avere effettivamente seri problemi a deambulare, mentre Claude Favarakas ha sottratto allo stato solo il 60% di quello avrebbe potuto realmente sottrarre.

Si attende quindi grande competizione e disonestà. Tra pochi giorni gli azzurri scenderanno in gara nelle due competizioni più attese: il ritiro della pensione d’invalidità e la fuga dal controllo fiscale. Restate sintonizzati e incollati allo schermo, anche se per il fisco siete ciechi al 90%.
Mattia Senza Mani Pappalardo

Mattia F. Pappalardo nasce nel 1984 per colpa di un difetto in un prodotto della durex. Studia informatica col suo desiderio di entrare nei computer di ogni ente governativo, ma dopo il primo esame di Logica perde ogni ambizione umana e voglia di vivere: così si iscrive a Lettere. Ama da sempre l'arte, la musica, la filosofia e poi fare l'amore sperando che le prime tre funzionino.

Commenta