Smallpox_vaccine

Anziano muore in un incidente stradale, la famiglia: “L’ha ucciso il vaccino”

2 dicembre 2014

Matusa (LM) – Ennesima morte sospetta legata ai vaccini antinfluenzali, la quindicesima in pochi giorni. Stavolta a perdere la vita è stato il signor Tarcisio Argh, 92enne abitante a Matusa.
Il decesso improvviso ha reso necessaria l’apertura di un’inchiesta per accertare le cause della morte. Qualora l’indagine confermasse i sospetti che circolano in queste ore, si procederà al ritiro dal commercio del vaccino “Fland” – prodotto dalla casa farmaceutica Nosferatu – già somministrato a milioni d’italiani.
I familiari della vittima però non sembrano avere dubbi: “Fino a pochi giorni fa stava benissimo, era completamente autosufficiente e lucido, guarda caso dopo essersi vaccinato è morto schiantandosi contro un platano. È inaccettabile, vogliamo delle risposte”.

Pare infatti che l’anziano, appena 58 giorni dopo l’assunzione del vaccino Fland, si sia messo alla guida della propria Panda color pistacchio, senza frizione e con un semiasse in frantumi, ed abbia perso il controllo dell’auto centrando in pieno il grosso esemplare di Platanus Acerifolia (al momento ricoverato in prognosi riservata presso l’orto botanico di Matusa).

La correlazione con il vaccino pare più che mai evidente. Non la pensa così l’Aifa (Agenzia italiana del farmaco): “I vaccini prima di esser messi in commercio sono testati più e più volte, non c’è possibilità di errore. I platani però continuano ad essere un grande ostacolo sia per noi, sia per la scienza in generale, ma la ricerca non si fermerà certo qui”.

Purtroppo stavolta qualcosa sembra davvero essere andato storto. “Non ci aspettavamo una cosa del genere” – continuano in lacrime alcuni parenti – “eravamo sicuri fosse andato tutto bene, non aveva contratto nemmeno la sindrome di down. Una cosa è certa, non ci vaccineremo più, preferiamo morire a 42 anni” – concludono amareggiati.

Manuel Pica

Nasce. Cosa che gli creerà non pochi problemi in futuro. Vive la sua vita al massimo per cercare di rendere interessante la propria autobiografia. Attualmente conduce uno studio alla Columbia University su come riconoscere un calzino destro dal sinistro. Sostiene che Pitagora non si sia mai accorto che i quadrati costruiti sui cateti di un triangolo rettangolo scivolano. Sulla sua lapide vorrebbe scritto "Per favore spostati, mi stai schiacciando il piede". (Ricordarsi di scrivere un'autobiografia migliore)

5 Comments

  1. Basta! E’ la lobby dei platani che vuole ucciderci tutti!!111??!!
    Beppe dove sei quando servi??!?

  2. Non ci trovo nulla di divertente

  3. Io credo che invece bisognerebbe non solo ridere ma sganasciarsi dalle risate e chi prende sul serio certe cose dovrebbe incominciare a preoccuparsi davvero per se stesso

  4. Chi non ci trova nulla di divertente ha un quoziente di intelligenza simile al platano. Manuel ci fai sapere quando concludi lo studio sui calzini per favore? Yolo potrebbe essere interessato a capire perche’ indossa sempre due calzini sinistri…

  5. Sei proprio uno senza cuore .prima o poi me la pagherai.
    Mi hai fatto piangere dalle risate

Commenta