(Foto: quitthedoner.com)

(Foto: quitthedoner.com)

Amici 2013, si cambia. Matteo Renzi sarà professore: “Fatevi rubare la speranza”

13 settembre 2013

ROMA – Maria De Filippi ha deciso. Nella prossima edizione di Amici (i cui provini si stanno tenendo proprio in questi giorni) verrà introdotta una terza disciplina che affiancherà il canto e il ballo nello spremere dai concorrenti sudore e talento: la politica. Punta di diamante del programma di Canale 5 sarà niente meno che l’agile rottamatore della sinistra Matteo Renzi che, affiancato da un corpo docenti di prima scelta (nell’incertissimo toto nomi spiccano Dario Franceschini e Giuseppe Fioroni), siederà a capo della commissione esaminatrice. Il rampante sindaco fiorentino dunque, forte del suo comprovato appeal verso i giovani, cercherà di formare tra i banchi della scuola di Amici la nuova classe dirigente del Partito Democratico, conscio di quell’alone di vago scetticismo che aleggia nei riguardi del più grande mistero irrisolto della recente (e meno recente) politica italiana.“Se c’è una cosa bella che ci aspettiamo dai giovani è di non fare come è stato fatto fino ad oggi, negli happy days, quando si trovava lavoro non per il talento, ma perché si conosceva qualcuno, per le raccomandazioni”. Ha ribadito Renzi ripetendo il suo collaudato mantra ancora una volta. “Anche io sono un raccomandato e sarà un grandissimo momento quando questo Paese sarà fatto da persone che vanno avanti con la forza del proprio impegno, come Goldrake,  ma se è il caso anche abbassandosi le mutande qualche volta. Io penso che se tutti insieme riusciremo a dare la dimostrazione che coltivando un sogno si può raggiungere un misero obiettivo, magari perderemo la battaglia, magari perderemo anche la guerra, ma non perderemo la faccia, forse solo la dignità. Al limite, come in una partita di Pac-Man, faremo game over. L’importante è che vi rubino la speranza, come fossero tanti Lupin III”.

Vincenzo Pierri

Lo sporco che fa notizia

Commenta