(Foto: fdphotos)

(Foto: fdphotos)

52enne miracolato: va a Medjugorje e torna ateo

19 gennaio 2013

Un altro, incredibile miracolo è avvenuto circa una settimana fa nella cittadina di Medjugorje, famosa nel mondo cristiano per aver dato i natali alla seconda vita di Paolo Brosio. Il 52enne siciliano Vincenzo Scaldamaglia, si era recato con altri fedeli in pellegrinaggio nella località bosniaca, grazie a un pulmino messo a disposizione dalla sua parrocchia. Un viaggio di fede e speranza, coinciso con il periodo dei saldi, nel tentativo di trovare un miracolo a un prezzo accessibile.

Vincenzo infatti, credente da generazioni, sperava di risolvere il grave problema che lo affliggeva ormai dall’inverno del ’98. Da allora non aveva mai smesso di colargli il naso. Una volta rientrato a casa, è accaduto ciò che nessuno poteva immaginare: Scaldamaglia si è accorto di essere diventato ateo. “Non capisco come abbia potuto credere a tante assurdità per tutti questi anni”, ha dichiarato un incredulo Scaldamaglia, intervistato mentre ritirava le analisi che attestavano la sua allergia al legno dei crocifissi.

La scienza, come spesso in questi casi, non riesce a spiegare l’accaduto. Intanto, dal loro sito ufficiale i sette veggenti di Medjugorje assicurano che un evento come questo da loro non si era mai verificato, e che se il signor Scaldamaglia avesse presentato le ricevute del viaggio, avrebbero potuto sostituirgli il miracolo entro sette giorni.

Manuel Pica

Nasce. Cosa che gli creerà non pochi problemi in futuro. Vive la sua vita al massimo per cercare di rendere interessante la propria autobiografia. Attualmente conduce uno studio alla Columbia University su come riconoscere un calzino destro dal sinistro. Sostiene che Pitagora non si sia mai accorto che i quadrati costruiti sui cateti di un triangolo rettangolo scivolano. Sulla sua lapide vorrebbe scritto "Per favore spostati, mi stai schiacciando il piede". (Ricordarsi di scrivere un'autobiografia migliore)

Commenta